Novità dichiarazione dei redditi, spese detraibili del 19%

Dal 1° gennaio 2020 è in vigore la nuova normativa per la detraibilità delle spese, in fase di dichiarazione dei redditi, nella misura del 19%. A differenza degli anni scorsi, tali spese potranno essere detratte ESCLUSIVAMENTE se effettuate attraverso un sistema tracciabile di pagamento (es. carte bancomat, carte di credito, bonifico bancario).

Sono escluse tutte le spese relative all’acquisto di medicinali e dispositivi medici, nonché tutte le prestazioni sanitarie rese da strutture pubbliche o private accreditate al Sistema Sanitario Nazionale. Per queste spese rimane la possibilità di effettuare il pagamento in contanti.

L’obbligo di pagamento con strumenti tracciabili riguarda le detrazioni previste dall’art. 15 del TUIR, tra cui elenchiamo le principali:

 

  • gli interessi per mutui ipotecari per acquisto della prima casa;
  • spese sanitarie:
  • le spese per istruzione;
  • le spese funebri;
  • le spese per l’assistenza personale;
  • le spese per attività sportive per ragazzi;
  • le spese per intermediazione immobiliare;
  • le spese per canoni di locazione sostenute da studenti universitari fuori sede;
  • le erogazioni liberali;
  • le spese veterinarie;
  • i premi per assicurazioni sulla vita e contro gli infortuni;
  • le spese sostenute per l’acquisto di abbonamenti ai servizi di trasporto pubblico locale, regionale e interregionale.

Per ulteriori informazioni e aggiornamenti, consulta il sito di CAF UIL.